GIOIA DEL COLLE DOC PRIMITIVO

Cantina: Terra Jovia
Uve: Primitivo DOC
Allevamento: guyot, 4500 piante per ettaro
Superficie totale: 6 ettari
Produzione per ettaro: kg 5000
Raccolta: manuale in casse da 15 kg nel mese di settembre
Uve: rettifica immediata
Fermentazione: in vasca in calcestruzzo a 22 ° C
Macerazione: 40 ore
Miscelazione: ogni 3 ore per 10 minuti
Invecchiamento: 15 mesi in vasca di cemento
Prima dell'imbottigliamento: 12 giorni a -5 ° C
Filtrazione: microfiltrazione
Affinamento: 3 mesi in bottiglia
Tappo: monopezzo di sughero naturale 44/26 mm
Bottiglia: bordolese da 750 gr
Alcool: min. 14 °% vol
Acidità totale: 5,50 mg/l
Zuccheri residui: vino secco
Colore: rosso / nero con riflessi color arancio
Profumo: intenso e caratteristico con prevalenza di frutti maturi
Sapore: gradevole, pieno, equilibrato, diventando vellutato con l'invecchiamento con tannini corretti
Temperatura di servizio: 18 ° -20 ° C in ampi calici

Confezione: 0,75 l

Disponibilità: Disponibile

12,00 €

Spediamo i nostri prodotti in tutto il Mondo

Contattaci su Whatsapp per ogni informazione al
+39 393.5610182

Non abbiamo dubbi sui nostri prodotti, ma avrai 15 giorni per ripensarci, eccetto che per i prodotti personalizzati

 

 

 

 

Descrizione prodotto
Dettagli
La storia, di cui si ritrova traccia sulla pietra all'ingresso della cappella privata dedicata alla Madonna della Pietà, ricorda che l'abitazione rurale risale al 1788. Più recentemente, e fino all'inizio degli anni '70 l'azienda unisce le aspirazioni e i desideri di due amici Luigi Filippo Colapinto e Leonardo Petrera che si dedicano all’attività vitivinicola. Dopo molti decenni di interruzione dell'attività, nel 2004, ben trent’anni dopo, il nipote di Luigi Filippo Colapinto, suo omonimo, e il figlio di Leonardo Petrera, Nicola, hanno raccolto l'eredità reale e morale dando vita a TERRA JOVIA e continuando quel sogno che altri avevano sognato prima di loro. La storia del vino e del vitigno Primitivo nasce quasi nello stesso periodo in cui nasce la costruzione aziendale, ovvero nel 1700, secolo in cui Filippo Francesco Indellicati, sacerdote di Gioia del Colle, individuò questo vitigno a maturazione precoce e decise di piantarlo in contrada Terzi nelle campagne di Gioia. Il fascino della storia che lambisce l'attività vitivinicola dell'azienda e in un qualche modo la caratterizza già dall'inizio, è oggi motivo di orgoglio e porta verso la ricerca del Primitivo ideale che possa esprimere questo territorio nel migliore dei modi, dalla terra alla tavola.
Ulteriori informazioni
Ulteriori informazioni
Bio No
Slow Food No
Tempo di consegna 4/5 Giorni
Recensioni
Scrivi la tua recensione

Ogni utente registrato può scrivere una recensione. Per favore, accedi o registrati